10/01/2021 13:55

Vola l'Hellas coi gol
di Kalinic e Dimarco

Il Verona torna a vincere al Bentegodi (successo precedente 3-1 al Benevento il 2 novembre 2020). I gialloblù fanno fuori per 2-1 il Crotone e si issano al 9° posto in classifica con 27 punti. Adesso i punti di distacco dalla zona retrocessione sono 15 (Torino e Parma terzultime a quota 12). Dopo un primo tempo a senso unico in cui l'Hellas è andato in gol al 16' con Kalinic e al 25' con Dimarco, è il Crotone a scuotersi nella ripresa. I calabresi guidati da Stroppa non ci stanno ed iniziano a premere i gialloblù che pagano un po' di stanchezza per aver speso tanto nei primi 45'. Al 55' gli ospiti riaprono la partita con Messias e mettono in apprensione la retroguardia veneta in più di un'occasione. L'Hellas però resiste e si lancia al contrattacco, andando vicino al 3° gol con Barak al 63' e con Colley che allo scadere coglie l'incrocio dei pali. Il prossimo match degli scaligeri sarà sabato 16 gennaio alle ore 15 contro il Bologna al Dall'Ara.

--------------------------------------

Fine match

90'+2', Colley coglie l'incrocio dei pali.

assegnati 3' di recupero

89', giallo a Pereira per fallo su Dimarco.

87', bel diagonale di Colley dalla sinistra, respinge Cordaz sul primo palo.

84', il Crotone si gioca le ultime chance per non uscire a mani vuote dal Bentegodi. Il Verona resiste e non disdegna di contrattaccare per chiudere definitivamente la gara.

77', cambio nel Crotone dentro Dragus e va fuori Riviere.

75', nel Verona esce Zaccagni e va dentro Colley.

70', ci crede il Crotone dopo aver riaperto la gara. La squadra calabrese spinge e l'Hellas mostra segni di affanno.

64', nell'Hellas entrano Di Carmine e Gunter ed escono Kalinic e Magnani.

63', Verona vicinissimo al 3-1 ancora grazie alla premiata ditta Zaccagni-Dimarco. Il nr 20 serve il nr 3, assist al centro per Barak che incredibilmente calcia altissimo.

56', ammonito Reca tra le fila ospiti.

55', GOL-CROTONE: riapre la partita la squadra calabrese. Assist dalla destra di Pereira per Messias che al volo scaraventa in rete.

54', è un Crotone un po' più vivo, ma c'è equilibrio.

53', ammonito anche Magnani fra i gialloblù.

47', giallo a Djidji per fallo su Dimarco.

46', cambi nelle due formazioni: nell'Hellas entra Dawidowicz ed esce Ceccherini; nel Crotone entrano Simy e Pereira ed escono Molina ed Eduardo.

Via alla ripresa

Finora gara a senso unico al Bentegodi. Verona avanti 2-0 sul Crotone, ma i gol gialloblù potevano anche essere di più. Hellas aggressivo sin dall'inizio che impronta il match sui ritmi alti. I pericoli maggiori per il Crotone arrivano dalla sinistra sull'asse Zaccagni-Dimarco, supportati da Ilic. Buona sulla trequarti anche la gara di Barak, il quale al 16' serve un assist perfetto per Kalinic bravo a siglare in diagonale il suo 1° gol con la casacca scaligera. L'Hellas preme per ottenere il raddoppio che arriva al 25', grazie ad una splendida triangolazione tra Zaccagni e Dimarco, con quest'ultimo finalizzatore: delizioso esterno sinistro sul palo lontano. Il Crotone non esiste ed il Verona va vicino al 3-0 per 2 volte con Barak. Il ceco al 34' sfiora il gol con un tiro a giro dalla distanza, mentre al 37' ci va vicino di testa (bravo Cordaz a respingere). Al 45' unico sussulto ospite: botta dalla distanza di Messias e parata di Silvestri.

Fine primo tempo

45', bel tiro da lontano di Messias che impegna Silvestri, il quale blocca il pallone distendondosi sulla sua sinistra.

42', giallo a Lovato per un fallo commesso a centrocampo su Vulic.

37', Hellas vicino ancora una volta al 3-0. Sempre dalla sinistra Zaccagni tacco per Ilic che dà a Dimarco, palla sul secondo palo per Barak che di testa impegna Cordaz in una difficile parata.

34', ci prova anche Barak dalla destra, con un tiro a giro col mancino: palla a lato dall'altra parte. Hellas vicino al 3-0.

25', GOL-VERONA: Dimarco raddoppia! Combinazione fantastica in triangolazione tra Zaccagni e Dimarco che si esibiscono sulla sinistra. Palla di ritorno dal nr 20 al nr 3 gialloblù che entrato in area batte Cordaz con un esterno sinistro piazzato all'angolo lontano.

23', l'Hellas continua a far la partita, il Crotone quando può si distende in contropiede.

16', GOL-VERONA: primo gol in gialloblù per Kalinic lanciato da Barak. Il nr 29 entra in area e con un bel diagonale dalla destra batte Cordaz.

13', ammonito Ceccherini per fallo tattico su Messias.

8', altra incursione di Zaccagni fermato forse fallosamente da Djidji. Per l'arbitro Massimi non ci sono gli estremi per il rigore al Verona e concede solo calcio d'angolo.

5', Hellas già in pressione che cerca di impostare la gara con ritmi alti. Sulla sinistra, incursione in area ospite di Zaccagni, fermato da due difensori rossoblù.

Via al primo tempo

Verona e Crotone sono pronte per darsi battaglia al Bentegodi per la 17^ giornata di Campionato. Out Veloso e Lazovic per infortunio (che si aggiungono a Favilli, Viera e Benassi), a centrocampo fiducia al giovane Ilic che si affiancherà a Tameze. Sulla sinistra spazio a Dimarco, mentre a destra c'è Faraoni. In difesa non c'è Dawidowicz (in panchina) ed il trio del pacchetto arretrato è composto da Lovato, Magnani e Ceccherini. Sulla trequarti Barak e Zaccagni a sostegno dell'unica punta Kalinic. Nel Crotone (fanalino di coda del torneo) di Stroppa, disposto col 3-5-2, occhio in difesa a Golemic, a centrocampo ad Eduardo Enrique ed in attacco a Messias.

TABELLINO:

VERONA-CROTONE 2-1

MARCATORI: 16' Kalinic, 25' Dimarco, 55' Messias

HELLAS VERONA (3-4-2-1): Silvestri; Lovato, Magnani, Ceccherini; Faraoni, Tameze, Ilić, Dimarco; Barák, Zaccagni; Kalinić

A disposizione: Berardi, Pandur, Salcedo, Di Carmine, Udogie, Çetin, Rüegg, Günter, Dawidowicz, Bessa, Danzi, Colley

All.: Ivan Jurić

CROTONE (3-5-2): Cordaz; Djidji, Golemić, Luperto; Molina, Eduardo Henrique, Zanellato, Vulic, Reca; Messias, Riviere

A disposizione: Crespi, Cuomo, Magallan, Dragus, Crociata, Rojas, Mazzotta, Simy, Siligardi, Pereira, Rispoli, Petriccione

All.: Giovanni Stroppa

Arbitro: Luca Massimi (Sez. AIA Termoli)

Assistenti: Luca Mondin (Sez. AIA Treviso), Fabio Schirru (Sez. AIA Nichelino)

ANDREA FAEDDA