27/06/2020 00:43

Aglietti: Sconfitta che
brucia, episodi decisivi

Queste le dichiarazioni del mister del Chievo Verona, Alfredo Aglietti, dopo l’amara sconfitta casalinga contro lo Spezia , viziata da alcune decisioni arbitrali molto discutibili: “Non è facile analizzare la partita senza parlare degli episodi che l’hanno determinata. Noi abbiamo fatto una buona gara fino al 70’, quando Capradossi interviene chiaramente con il braccio fermando la traiettoria del tiro di Djordjevic che sarebbe andato in porta. Sull’azione dopo prendiamo l’1-1 su una punizione invertita, perché era fallo di mano di Gyasi, e con un gol tra l’altro in fuorigioco. Diventa quindi difficile parlare di un match che, dopo il vantaggio, stavamo conducendo bene senza rischiare nulla. Sicuramente è stata una partita equilibrata: sapevamo che potevamo andare sia sopra che sotto, ma questa era la gara e l’abbiamo interpretata bene.

Non possiamo non parlare degli episodi che ci hanno fatto perdere la partita: l'hanno visto tutti. Anche la var in Serie B diventa fondamentale: con tale tecnologia, oggi molto probabilmente avremmo vinto. I se e i ma non contano nulla, ma gli arbitri devono stare più attenti. A maggior ragione in questo periodo, in cui le partite sono sempre meno e gli episodi diventano ancora più determinanti”.


“Diventa difficile fare un discorso alla squadra dopo una gara del genere. Questi ragazzi stanno lavorando molt bene e per noi era importante questa partita. Vincendo, avremmo accorciato molto la classifica. Stasera non abbiamo perso per demeriti nostri o per meriti dello Spezia, ma perché le decisioni arbitrali sono state tutte clamorosamente avverse. Non mi voglio soffermare troppo su questo perché si rischia di trovare scusanti ma, con episodi come quelli di stasera, diventa difficile anche sorvolare e rimanere calmi”.

“Le partite sono sempre meno, così come le possibilità di accorciare la classifica. Noi ora dobbiamo giocare un altro scontro diretto. In questo momento c’è delusione nello spogliatoio, perché i ragazzi sanno di non essere stati battuti dallo Spezia ma dalle decisioni di Dionisi. Detto questo, dobbiamo ricaricare le pile perché lunedì c’è una partita importante. Come avevo detto in conferenza, vincere significava molto per noi e dispiace aver perso perchè abbiamo fatto una buona gara contro la squadra più in forma del campionato”.