30/11/2019 23:19

Dalmonte: Mi prendo
tutte le responsabilità

“Mi prendo tutte le responsabilità: questo deve fare un allenatore, uno che comanda il gruppo”. Così coach Luca Dalmonte dopo la sconfitta casalinga (la seconda stagionale, la quarta in totale) subita dalla Tezenis contro la neopromossa Urania Milano.

“Con grande senso del dovere - ha spiegato - continuo a camminare, questo è certo. Perché bisogna guardare i piedi delle persone, non le labbra; perché le labbra non portano da nessuna parte, i piedi ti fanno camminare. Quindi con grande senso di responsabilità mi accollo tutto quello che è successo, però è necessario che da parte di tutti ci sia una reazione in questo senso”.

“Dopo Forlì, la lezione non è stata capita e l’approccio è stato ancora poco energico? Non credo che nei secondi 20’ ci siano state differenze. Fino all’intervallo abbiamo subito 23 punti in 1vs1 e 13 in contropiede, dei 43 totali subiti 40 punti erano in situazioni di controllo offensivo precario, rientro difensivo insufficiente e uno contro uno insufficiente. Credo che il trend alla seconda parte della partita sia stato molto simile”.

“A mia personale interpretazione - ha concluso Dalmonte - è nell’approccio di troppi di noi, e sottolineo noi, in troppe situazioni abbiano affrontato la partita nei possessi come se la volessimo esorcizzare nel momento del singolo giocatore. E questo produce ansia, un gioco che toglie il ritmo a tutta la squadra”.