30/11/2019 22:50

Tonfo Tezenis (79-86) tra
i fischi: vince l'Urania

Mini-crisi aperta in casa Tezenis. Dopo la sconfitta a Forlì, i giganti di Dalmomte perdono anche contro la modesta Urania Milano che comanda il match dall'inizio alla fine all'Agsm Forum (79-86). La Scaligera non regge in difesa, concedendo troppo tiri aperti a Milano, mentre in attacco non fa mai la differenza. Paradossalmente sette giocatori gialloblù vanno in doppia cifra ma Love, il play americano, resta fermo a 0 punti. La Tezenis è ancora prima in classifica a 14 punti ma adesso sia Ravenna che Mantova (con una partita in meno) possono volare in testa a quota 16. Tanta delusione al Forum: il pubblico ha fischiato Dalmonte alla fine del match. In casa Tezenis serve una scossa: dopo il bell'inizio di stagione ci sono state troppe sconfitte pesanti, e oltretutto con squadre che lottano per la salvezza.

ULTIMO QUARTO. La Tezenis prova lentamente a risalire la china arrivando fino al -6 (59-65) con Severini. Bianchi riporta sul +7 Milano. Rosselli cerca di rianimare la Scaligera con un coast to coast vincente. Sabatini firma il 61-69. Lynch incrementa il vantaggio sul +10 (64-74). Poi sale in cattedra Hasbrouck che mette la tripla del -7 a quattro minuti dalla fine. Severini mette due liberi importanti (69-74). Milano sbaglia in attacco e va oltre il limite dei 24 secondi così Severini punge i lombardi con una tripla importante (72-74) rianimando l'Agsm Forum. Montano però segna una bomba da fuori e poi subito dopo mette due liberi (72-79) a due minuti dalla fine. Hasbrouck è l'ultimo ad arrendersi e segna il canestro del 74-79 entrando nell'area piccola. Raivio, però, con un gioco da tre punti, porta l'Urania sul +8. Tomassini mette la tripla del 77-82 per le ultime residue speranze. Ma ancora Raivio e Montano spingono Milano verso il traguardo (77-86). Verona barcolla e chiude la partita tra i fischi del pubblico. Finisce 79-86 per l'Urania.

TERZO QUARTO. Verona fatica anche nella ripresa. Passa metà quarto ma non si segna praticamente mai (parziale di 3-6 per Milano dopo cinque minuti). Il punteggio rimane bassissimo (39-49). Hasbrouck prova a suonare la carica con una tripla da fuori e Udom accorcia ancora pochi minuti dopo (46-55). L'Urania incalza e continua a segnare indisturbata: con Negri arriva fino al 46-60 che lascia senza fiato l'Agsm Forum. Rosselli e Udom provano a tenere vive le speranze (50-60). Sulla sirena segna anche Tomassini per il -8. Ora serve un ultimo quarto di grande livello per portare a casa la vittoria.

SECONDO QUARTO. Raivio risponde ad una tripla di Hasbrouck e Poletti accorcia il distacco dalla lunetta (20-26). Ancora il capitano suona la carica con due punti di forza sotto canestro (22-26). La Tezenis fatica molto: in attacco non sfonda e in difesa concede qualche tiro aperto di troppo. Piunti infila infila il canestro del +7 (24-31). Poletti va dalla lunetta ma fa solamente 1/2. Il centro gialloblù però si rifà subito con altri due punti sotto canestro (27-33). Love ruba palla e va sicuro da solo a canestro ma incredibilmente sbaglia la schiacciata. Montano e Sabatini ne approfittano riportando l'Urania sul + 9 (29-38). Candussi si risveglia dal torpore e trova due canestri per il -5. Nel finale segnano Severini e Montano: all’intervallo è 37-43 per l’Urania Milano.

PRIMO QUARTO. La Tezenis vuole tornare a vincere dopo la brutta sconfitta a Forlì. Per la sfida all'Agsm Forum contro l'Urania Milano, Dalmonte schiera il quintetto con Love, Hasbrouck, Severini, Udom e Candussi. Udom e Severini fanno volare la Tezenis sul 6-0 con due triple. L'Urania non ci sta e con Benevelli trova il pareggio. Si gioca punto a punto: Milano trova il sorpasso con Montano, poi Candussi controsorpassa dalla lunetta ma i lombardi sembrano più in forma e arrivano addirittura fino al +8 con il solito Benevelli (11-19). Milano continua a far male alla Tezenis (13-23) che fatica a reagire. Tomassini, in chiusura, accorcia con una tripla. Dopo 10 minuti è 16-23 per gli ospiti. Avvio "mollo" della Scaligera.

Tezenis Verona – Urania Milano 79-86 (16-23, 21-20, 15-17, 27-26)

Tezenis Verona: Kenny Hasbrouck 14 (1/2, 4/12), Giovanni Severini 13 (1/1, 3/5), Mattia Udom 12 (3/3, 1/5), Francesco Candussi 10 (3/5, 0/0), Guido Rosselli 10 (5/6, 0/1), Giovanni Tomassini 10 (2/5, 2/5), Mitchell Poletti 10 (3/5, 0/1), Jermaine Love 0 (0/3, 0/2), Jacopo Van der knaap 0 (0/0, 0/0), Roberto Prandin 0 (0/0, 0/0), Alessandro Morgillo 0 (0/0, 0/0), Davide Guglielmi 0 (0/0, 0/0). Tiri liberi: 13 / 15 – Rimbalzi: 29 7 + 22 (Mitchell Poletti 7) – Assist: 18 (Jermaine Love 5)

Urania Milano: Matteo Montano 21 (2/3, 3/5), Andrea Benevelli 16 (2/2, 4/7), Nik Raivio 14 (5/11, 0/3), Gherardo Sabatini 11 (4/6, 1/5), Reggie Lynch 8 (4/11, 0/0), Andrea Negri 6 (0/0, 2/4), Sebastiano Bianchi 5 (1/2, 1/2), Giorgio Piunti 5 (1/2, 1/1), Vittorio Lazari 0 (0/0, 0/0), Michele Piatti 0 (0/0, 0/0), Samuele Giardini 0 (0/0, 0/0), Giordano Pagani 0 (0/0, 0/0). Tiri liberi: 12 / 15 – Rimbalzi: 36 11 + 25 (Nik Raivio 13) – Assist: 15 (Nik Raivio, Gherardo Sabatini 5)

L.VAL.