06/09/2019 17:12

Chavers: Grande chance,
voglio dire la mia

Nel primo pomeriggio, nella suggestiva location del Relais Osteria Garden “Ca’ Toresele”,la BluVolley Verona ha presentato uno dei giocatori più giovani arrivati in questa finestra estiva di volley mercato: Corey Chavers.


Lo schiacciatore statunitense, classe 1997, arriva a Verona per iniziare la sua prima esperienza in Italia, scegliendo proprio Verona come trampolino di lancio. Chavers, pescato dalla dirigenza gialloblù nel campionato universitario americano, ha giocato nella passata stagione con la maglia della UC Santa Barbara, ottenendo ottimi risultati che gli hanno permesso di guadagnarsi uno stage con la Nazionale dei grandi.

Alla presentazione del giocatore erano presenti il direttore sportivo Gian Andrea Marchesi e uno dei proprietari della location, ovvero Marco Pittaluga.


Queste le prime parole di Corey Chavers da nuovo giocatore della BluVolley Verona: “Sono felicissimo di essere arrivato qui a Verona, in un campionato così bello e difficile come quello italiano. Sono arrivato qui da poco , ma mi sto trovando bene con tutti, sia con lo staff tecnico che con i compagni. Arrivando qui alla BluVolley ho trovato due connazionali come Franciskovic e Jaescke, i quali mi stanno dando una mano ad inserirmi e ad ambientarmi con la nuova città. Il mio obbiettivo sarà di trovare spazio per giocare, seguendo i consigli del mister e cercando poi di convincerlo a schierarmi per la partita.

Conosco molto bene le difficoltà di giocare in un torneo come questo dove ci sono tante squadre forti e altrettanti campioni. Non vedo l’ora di iniziare la stagione per provare a mettermi in gioco, cercando di fare il meglio possibile per la squadra”.


Questo invece il commento del Ds Marchesi: ”Siamo molto contenti che Corey possa far parte del nostro gruppo. Lo stavamo seguendo da più di un anno e questa estate c’è stata l’opportunità di portarlo a Verona. La scorsa stagione Corey ha disputato un ottimo campionato, mettendo in mostra tutte le sue qualità, in particolar modo quello fisiche. Pensiamo che per noi sia un giocatore di grande prospettiva e tutto insieme dovremmo essere bravi a farlo crescere il più possibile”.