21/08/2019 11:23

La nuova rosa del
Verona Rugby

Ha preso ormai forma la rosa del Verona Rugby per il prossimo campionato nazionale di Serie A. L’azione del Direttore Sportivo Paolo Borsatto - d’intesa con gli allenatori Ansell, Mariani, Sinclair e con la presidenza del Club - ha seguito tre linee guida fondamentali: puntare a tenere gli atleti di valore tecnico e di spessore umano che più negli anni hanno dimostrato attaccamento al Club e al progetto sportivo antracite; promuovere i giovani di talento e abnegazione emersi dall’Under 18 e dalla cadetta di Serie B; inserire con oculatezza nuovi atleti di qualità, con un occhio alle esigenze tattiche ma anche alle prospettive di crescita.
Seguendo questi tre fari, ecco allora la conferma di un primo folto gruppo d’atleti che nello scorso anno e in quelli precedenti ha rappresentato la struttura profonda del team: Andrea Buondonno, Tommaso Cruciani, Luca D’Agostino, Alberto Girelli, Federico Geronazzo, Michele Mortali, Leonardo Quintieri, Ruben Riccioli, Alessandro Rossi, Jacopo Salvetti, Federico Silvestri, Simone Soffiato, Giampaolo Spinelli. A questo nucleo vanno aggiunti i recuperi, dopo un’annata segnata da lunghi infortuni, di Filippo Beltrame e Niccolò Forzin, mentre Lorenzo Leso non si sente ancora di riprendere il campo.
Dalla Cadetta di Serie B sono confermati così gli innesti di Leonardo Bertucco, Davide Contri e Manuel Viviani (con Matteo Cruciani in stand by per la valutazione di prospettive universitarie) e dall’Under 18 di Giacomo Ambrosi, Edoardo Bonafè e Nicola Fioravanzo. Pur essendo ancora in Under 18, svolgerà la preparazione con la Prima Squadra il seconda linea Alessandro Ortombina, recentemente protagonista con la maglia della Selezione Azzurra Under 18 nella Tournée in Irlanda. Non va, poi, dimenticato che preziosi contributi potranno venire dal gruppo di senatori protagonista in Serie B, da Davide Mazzi a Pietro Liboni, cui si sono aggiunti quest’anno importanti ritorni ( ritorni (a partire da Mauro Paghera e Toni Pauletti), da altri atleti interessanti che stanno crescendo in Cadetta, come, ad esempio, Chiarello e Perotto e dai profili dei giovani che stanno seguendo il percorso dell’Academy Under 16 e 18 veronese.
La pattuglia dei nuovi innesti comprende il pilone scozzese Steven Longwell, il trequarti centro Gino Lupini, la seconda linea Giacomo Riedo, il mediano di apertura Gentili ed è molto vicino l’arrivo di un giovane pilone con esperienze di Top 12.