12/08/2019 12:42

Setti: Europa sfiorata
c'è mancata fortuna

“L’obiettivo è come sempre salvezza, di sicuro proviamo a fare le cose per bene. Abbiamo confermato larga parte dell’organico. Juric? Lo abbiamo scelto perché ha le caratteristiche giuste da Verona, grinta e carattere, corsa e tanto agonismo, è l’uomo giusto per restare in Serie A". Maurizio Setti parla così in un'intervista concessa al quotidiano "Il Gazzettino".

L'imprenditore carpigiano è tornato a parlare del primo anno in Serie A quando il Ds era Sogliano e l'allenatore Mandorlini: "L’Europa? L’avevamo avvicinata con Luca Toni capocannoniere, adesso però è lontanissima, soprattutto in questo momento, in Italia, con questi prezzi di mercato. Oggi arrivare in Europa League è veramente difficile, quelli erano tempi in cui le cose sono state fatte bene e sei andato anche oltre le aspettative. Con un pizzico di fortuna saremmo arrivati sesti, resto felice di esserci andato vicino".

Setti ha concluso: "Chievo? Ho un rapporto buonissimo, sia col presidente Campedelli che con il suo staff. Scudetto può tornare in provincia? Non credo, è impossibile. Quello dell’Hellas resta una bella favola".