31/07/2019 08:38

VERONA, CACCIA
AL NOME DEL TOP PLAYER

"Un top player potrebbe arrivare". Il presidente del Verona Maurizio Setti ha stuzzicato così la fantasia dei tifosi, esponendosi in una difficile e affascinante promessa. Perchè quando un presidente dice una cosa del genere in un'intervista crea un'aspettativa che è difficile da contenere. Insomma, a questo punto non arrivasse un "vero" top player o venisse mascherato sotto questa etichetta un giocatore di fascia "media", Setti passerebbe per l'ennesima volta come un presidente che non sa dare seguito ai proclami.
Ma chi sarebbe il top player inseguito dal Verona dove non abbondano i soldi tanto da considerare eccessivi i due milioni per Ciano?
La lista è lunga. Più che logico che il Verona attingerà dagli svincolati, perchè è praticamente impossibile andare a prendere un top player già sotto contratto. Tra gli svincolati, comunque ci sono nomi che fanno sognare. Il primo è Mario Balotelli, ancora senza squadra, in attesa della migliore occasione. Un nome che "scotta" per mille motivi, ma anche il più affascinante. Balotelli a Verona sarebbe una notizia e alla città in generale farebbe molto bene.
Svincolati sono anche gli ex juventini Marchisio, Lichtsteiner e Llorente. Molto meno affascinanti rispetto a Balotelli, ma sicuramente più affidabili. Ma non c'è dubbio che il nome che sposterebbe gli equilibri sia quello di Ribery. Amicissimo di Luca Toni, Ribery è un sogno quasi irrealizzabile. Ma con lui si sognerebbe davvero in grande.
Attenzione anche a Ben Harfa, del 1987 e a Wilfred Bony che il Verona aveva cercato già nel gennaio del 2018 con Fusco. Anche l'ex del Barcellona Dani Alves aspetta un contratto. Servisse un difensore di grande temperamento ed esperienza il nome giusto è quello di Cahill, 1985, rimasto senza contratto al Chelsea. Per il ruolo di esterno invece sarebbe libero l'ex del Real Madrid Fabio Coentrao, 1988.
Non sarebbe male neanche puntare sul ritorno di Guarin, ex dell'Inter, svincolato dai cinesi dello Shangai Shenua. E se servisse esperienza, carisma e classe ecco Juanfran, svincolato dal Real Madrid, anche lui del 1985.
Infine due idee che in queste settimane sono circolate sul web. La prima è Daniel Sturridge, svincolato dal Liverpool, il secondo è Danny Welbeck, che ha avuto un grave infortunio alla caviglia e da tempo non gioca.