10/07/2019 17:10

Campedelli: Chi si
lamenta può andare via

Ritornare alle radici. E' questo il messaggio di Luca Campedelli. Bisogna ripartire dalle origini per il nuovo Chievo che si appresta alla prossima stagione di Serie B: "Non siamo stati più, per troppo tempo, quelli che eravamo: pensavamo a troppe 'stupidaggini', ora bisognerà rifocalizzarci sui nostri obiettivi" ha detto il numero uno del club della Diga (GUARDA INTERVISTA).

Campedelli vuole essere chiaro: "Il Chievo è una società come le altre, con problemi come tutti. Ne abbiamo passate di tutti i colori quest'estate, ora vogliamo tornare un po' nell'anonimato. Adesso si cambierà registro su tante cose. Certe brutte voci arrivavano addirittura dall'interno della società. Non voglio più gente che è capace solamente di lamentarsi".

"Marcolini? Una scelta obbligata. Incarna perfettamente lo spirito Chievo, ed è quello che volevamo. Pellissier? E' uno 'zuccone' ma ama il Chievo. Mi piace lavorare con gente che spesso mi contraddice, perché solamente così si cresce" ha concluso il presidente del Chievo.



Guarda anche: