10/06/2019 14:29

Udom verso la conferma,
ecco chi va e chi arriva

Mattia Udom è molto vicino alla conferma con la Tezenis. Al momento non sembrano esserci proposte dalla serie A che possano ostacolare la permanenza del 25enne fiorentino in maglia gialloblù.

Anche per Giovanni Severini la conferma appare una formalità. Il “professore” è il giocatore considerato ideale nella squadra che tenterà di dare la scalata alla serie A nella stagione 2019/2020: saliranno nel massimo campionato le due squadre vincenti i rispettivi tabelloni dei playoff che partiranno dai quarti di finale. Quindi ci sarà un turno in meno, ma si giocheranno più partite di regular season perché con la riduzione da 32 a 28 squadre è prevista una “fase ad orologio”.

La firma ufficiale dell’accordo triennale con il nuovo general manager Alessandro Giuliani è attesa dopo il 15 giugno, intanto nelle prossime ore l’Aquila Trento annuncerà la fine del rapporto con il dirigente che è in vacanza in Puglia; vacanza per modo di dire perché i colloqui telefonici sono intensi.

La Tezenis punterà sicuramente su una coppia di stranieri, a partire dal play, con esperienza del campionato italiano, quindi più affidabili rispetto alle ultime scelte che avevano portato a Verona giocatori di indubbio talento come Jones e Henderson, ma al debutto in Italia o addirittura in Europa.

LaMarshall Corbett non sembra la scelta privilegiata per il secondo slot Usa, anche se il procuratore sta proponendo il giocatore, come anche l'agente di Guido Rosselli. L’intenzione della Scaligera è di cercare un paio di giocatori ancora un fascia under che possano garantire affidabilità e minutaggio. In questo modo, evitando il costoso parametro, si libererebbero risorse per ingaggi più competitivi sui giocatori stranieri.

Il capitano Andrea Amato è diretto verso Udine. Il cambio del play non sarà Erik Czumbel, il giocatore classe 2000 di Pescantina nato in Romania, dopo il primo anno in A2 a Trapani ha deciso di andare a giocare con il college nel campionato Ncaa.

Oltre a Candussi e Poletti e alle imminenti conferme di Udom e Severini, la Tezenis ha sotto contratto anche Omar Dieng, ma il giocatore è in partenza e farà esperienza in un club di A2 che gli potrà concedere un buon minutaggio. Francesco Oboe tornerà a Vicenza, il club che controlla il suo cartellino e poi deciderà se tenerlo in serie B o girarlo ad un’altra squadra.

Infine sul fronte team manager Giorgio Boscagin non ha ricevuto ancora nessuna proposta per tornare alla Scaligera e ricoprire il ruolo che era di Cristiano Zanus Fortes. Un’ipotesi affascinante, il “Bosca”, che ha chiuso da giocatore con la stagione in C Gold alla Cestistica, lavora in un’azienda vinicola ma è rimasto nel cuore di tutti i tifosi gialloblù. Basta farsi sentire. (Mariobasket)