11/05/2019 20:15

Verdetti emessi, ma
incombe caso-Palermo

Nel pomeriggio dell’11 maggio, si è chiuso il Campionato di Serie B, il quale ha emesso gli ultimi verdetti. Insieme alla capolista Brescia (67 punti), va in Serie A direttamente anche il Lecce, secondo a quota 66. Ai playoff: Palermo 63, Benevento 60, Pescara 55, Verona 52, Cittadella e Spezia 51. In Lega Pro: Foggia 37, Padova 31 e Carpi 21. Il playout per la permanenza in cadetteria se lo giocheranno Venezia e Salernitana entrambe a 38. Attenzione però, sul torneo grava sempre la sentenza sportiva sul Palermo, e per i siciliani c’è il rischio Serie C per illeciti amministrativi. Se ciò sarà confermato, il responso emesso dal campo sarà stravolto. Il Palermo retrocederebbe in Serie C all’ultimo posto, ed ai playoff salirebbe il Perugia che attualmente è nono con 50 punti. In zona salvezza si riaffaccerebbe il Foggia che avrebbe la possibilità di giocare il playout.
Analizzando quanto accaduto sui campi nel pomeriggio, al Rigamonti, Benevento corsaro per 2-3. I padroni di casa sono andati in vantaggio grazie all’autorete di Di Chiara al 4’, alla quale ha rimediato Armenteros al 9’. Nuovo vantaggio delle “rondinelle” al 30’ con Bisoli, ma Insigne per “le streghe” raddrizza il punteggio al 36’. Nella ripresa, ancora Armenteros per il Benevento mette la freccia definitivamente sul match al 52’, ma all’89’ Donnarumma per i lombardi ha l’occasione del 3-3. Il bomber però si fa parare il rigore dal portiere Gori. Ad ogni modo, l’attaccante bresciano nonostante questo errore, chiude il torneo al primo posto nella classifica marcatori con 25 reti.
Grandissima festa a Lecce. I pugliesi allenati da Liverani, la scorsa stagione in Lega Pro, riescono nel doppio salto di categoria. Battendo al Via del Mare lo Spezia 2-1, vengono promossi in A direttamente. E’ Petriccione a sbloccare il risultato al 9’ ed il raddoppio è firmato da La Mantia al 27’ (4° posto nella marcatori con 17 gol). All’83’ lo Spezia accorcia con Capradossi, ma il punteggio non cambierà più. Per i liguri, qualificazione ai playoff come ottava.
Al Barbera di Palermo, 2-2 tra i siciliani ed il Cittadella. Sono i padroni di casa ad andare sopra di due reti al 21’ con Nestorovski e al 23’ con Trajkovski, ma nella ripresa c’è il ritorno del Cittadella che prima dimezza lo svantaggio con Diaw al 65’, per poi pareggiare con Adorni all’82’. Anche i padovani si qualificano agli spareggi promozione, avendo tra l’altro, gli stessi punti dello Spezia: 51.
All’Adriatico di Pescara, 2-0 dei “delfini” sulla Salernitana. A regolare i campani ci pensano nel secondo tempo Bettella al 78’ e Ciofani al 90’. Gli uomini di Pillon terminano quinti con 55 punti, Salernitana ai playout a quota 38.
L’Hellas di Aglietti, termina la stagione 6° a quota 52. Determinante il successo sul Foggia per 2-1, che spedisce i “satanelli” (terzultimi a 37) in Lega Pro.
Al nono posto, come anticipato, c’è il Perugia guidato da Nesta a 50. Al Curi contro la Cremonese finisce 3-1. E’ Vido per i padroni di casa a segnare al 5’, a cui risponde il pareggio di Piccolo al 44’ per i grigio-rossi. La partita si decide nel finale. All’86’ fa gol Kouan per i grifoni, che triplicano al 3’ di recupero ancora con Vido. Gli umbri sono fuori dagli spareggi promozione, ma potrebbero essere riabilitati dalla giustizia sportiva, se il Palermo finirà in C. La Cremonese è salva a quota 49, come è salvo il Cosenza a 46 che in questa giornata ha riposato.
Allo Scida di Crotone, bella vittoria degli “squali” sull’Ascoli di Vivarini: 3-0. E’ Nwankwo ad insaccare la rete dell’1-0 al 40’, ed il raddoppio è firmato da Pettinari al 48’. Chiude poi i conti Benali al 57’. Con questo successo il Crotone raggiunge proprio l’Ascoli a 43 punti, in zona tranquillità.
Salvezza anche per il Livorno (39). I toscani raccolgono un importantissimo punto all’Euganeo del già retrocesso Padova (penultimo a 31) e si guadagnano la permanenza in cadetteria. Finisce 1-1: a Giannetti (32’) per il Livorno, risponde Mazzocco al 66’.
Infine, playout meritato anche per il Venezia. Gli arancioneroverdi al Cabassi di Carpi, rimontano da 2-0 a 2-3 ed ora a 38 punti, giocheranno lo spareggio con la Salernitana. I modenesi (già retrocessi all’ultimo posto a quota 29) segnano nel primo tempo con Cissè su rigore al 16’ e raddoppiano al 47’ con Coulibaly. Nella ripresa però, fra le fila venete si scatena Zigoni che segna una tripletta (64’, 89’, 90’+2’) e ribalta tutto.
Per effetto di questi risultati, ecco la classifica finale:
Brescia 67 (in A), Lecce 66 (in A), Palermo 63 (play-off), Benevento 60 (play-off), Pescara 55 (play-off), Verona 52 (play-off) Spezia 51 (play-off), Cittadella 51 (play-off), Perugia 50, Cremonese 49, Cosenza 46, Crotone 43, Ascoli 43, Livorno 39, Salernitana 38 (play-out), Venezia 38 (play-out), Foggia 37 (in C), Padova 31 (In C), Carpi 29 (In C).
ANDREA FAEDDA