11/05/2019 18:01

D'Amico: Ora sfruttiamo
questo entusiasmo

"Il nostro obiettivo era un altro ad inizio anno ma può succedere in certe stagioni calcistiche di non fare al meglio. Ora dobbiamo sfruttare l'entusiasmo che si è creato: la squadra sembrava morta ma ha saputo reagire. Giocare in casa, davanti ai tifosi, con lo Spezia sarà importante". Tony D'Amico parla così in conferenza stampa dopo la vittoria col Foggia.

Il Ds del Verona ha continuato: "I ragazzi hanno dato tutto in campo. Lo sguardo dei giocatori era diverso: da qui dobbiamo ripartire. Tifosi? Noi siamo professionisti pagati e daremo sempre il massimo per rendere felici i tifosi. Non mancherà mai l'impegno: oggi i tifosi ci hanno dato una grande mano".

"In una stagione si possono avere tanti intoppi - ha ribadito - Grosso esonero tardivo? Ormai il passato è passato. Aglietti ha portato le sue idee che sono diverse da quelle di Grosso. La squadra ha dimostrato di essere in campo e di volere lottare per l'obiettivo".

D'Amico si è anche scusato con il nostro Giovanni Vitacchio dopo gli insulti di tre mesi fa, in conferenza stampa, dopo la partita col Crotone: "Le devo delle scuse dopo quella conferenza. Ho avuto un atteggiamento sbagliato e anche diseducativo per i miei figli".



Guarda anche: